Denise Pipitone, “Legami in mezzo a la gente gloria e Messina Denaro”

Denise Pipitone, “Legami in mezzo a la gente gloria e Messina Denaro”

A Mazara del baluardo molti temerebbero la gente aureola. Un testimone, verso figura annebbiato, ha acconcio le frequentazioni di Claudio Corona. Noi abbiamo misurato verso saperne di ancora.

Continuano le cambiamento sul casualita di Denise Pipitone, la baby trapasso alla tenera generazione di 4 anni da Mazara del steccato, il primo settembre del 2004. Il muraglia di acquiescenza giacche ha coperto la caso mediante questi lunghi 17 anni potrebbe trovare la sua motivo nei presunti legami della gente alone mediante la cupola mafiosa siciliana. Un testimone ha aforisma di familiarizzare i nomi degli “amici” di Claudio gloria, amico di Anna, adesso indagata a causa di il esproprio di Denise. Con questi, colui di Fabrizio Messina contante, aforisma “Elio”, ad oggigiorno in guardia straordinario. Improvvisamente chi e e in quali vicende e status responsabilizzato.

“CORONA, UN REPUTAZIONE CHE FA PAURA”

C’e una brandello di Mazara del fortificazione cosicche si stringe in giro al dolore di Piera Maggio e Pietro Pulizzi, genitori di Denise. E un’altra che, anziche, presumibilmente durante angoscia, tace. E rimane silente proprio sulle ragioni in le quali sarebbe ricco subodorare la giustezza.

“Ho avuto prassi di conoscerli verso un lungo tempo, di adoperarsi unitamente loro e convenire altre cose. Faccenda lurido, non prodotto dabbene – ha proverbio un umano cosicche ha determinato di urlare a fisionomia appoggiato all’epoca di la comunicazione ‘Chi l’ha visto’-. Verso Mazara del Vallo ormai tutte le persone li temono. Avendo traffici illeciti, queste persone si difendono frammezzo a di loro”.

Ciascuno dei fratelli di Anna alone, successivo il aneddoto, si chiamava “Giulio, personaggio parecchio specifico, affinche e governo ucciso nel 1995. Faceva il buttafuori in i locali notturni di Mazara del steccato e di altre zone del Trapanese. Lui aveva preso di mira un partner, in quanto veniva unito bizzarro e perche non faceva associarsi nei locali. Una serata ha reagito e ne e nata una scontro. Mediante questa naturalmente il ragazzino ebbe la peggiormente, addirittura perche periodo magro all’epoca dei fatti, e tornato a abitazione ancora una volta con costole rotte, una spalla eucaristia peccato, gli occhi gonfi. Il padre ha preso un moschetto da battuta, regolarmente di sua caratteristica, e andato durante sala da ballo, ha raccolto Giulio. Gli ha velocissimo due colpi e lo ha ammazzato”. Verso confermare queste circostanze, ancora una donna di servizio informata sui fatti.

LA MOVIMENTO DI CLAUDIO ANELLO E I SUOI PRESUNTI RIUNIONE per mezzo di I BOSS DELLA MALAVITA

Verso risiedere rimasto mediante vita, l’altro compagno di Anna, Claudio anello.

“Se personalita – ha prolungato l’uomo incappucciato verso ‘Chi l’ha visto’- a Mazara volesse dire… lo sanno tutti dei suoi traffici, delle sue operosita affinche passavano dallo bottega di stupefacenti, come leggeri che pesanti. Aveva il adempimento e la amicizia unitamente personaggi malavitosi di un certo capacita. Per parecchi incontri insieme questi malavitosi c’ero di nuovo io. Loro avevano sopra veicolo a delle campagne entro Castelvetrano e Campobello di Mazara, https://datingranking.net/it/incontri-birazziali-it/ nella porzione interna, un superato casale in cui tenevano i trattori e loro potevano visionare nell’eventualita che arrivavano macchine o questura. Si incontravano in quel luogo. Claudio onore incontrava Fabrizio Messina soldi detto ‘Elio’, appartenente a una famiglia prestigioso di Alcamo, Pino Burzotta e Vito Gondola. (…) Andava di nuovo a domicilio di Burzotta e Gondola.

C’erano armi, in mezzo a cui mitra e pistole Beretta mediante provvista della polizia, poi non so chi le prendesse per lui. C’erano armi da linea, sciabole giapponesi, maceti di quelli tosti, pero seri. E un taser – ha aggiunto -. Costantemente, tutti mese, o piuttosto di una acrobazia al mese, lo accompagnavo durante pubblica sicurezza e stava e oltre a di mezz’ora. Io rimanevo facciata ad aspettarlo. Dal momento che noi venivamo fermati, a stento vedevano affinche c’era Claudio gloria, ci restituivano i documenti e ci dicevano ‘tutto verso sede, potete succedere via’. Aveva ed un apparato affinche segnalava qualora c’erano cimici, telecamere ovverosia microfoni all’interno di certi abitazione o nel caso che eta condizione messo qualcosa nelle macchine o nel serra. Camminava nondimeno per mezzo di quell’affare sopra mano”.

GLI “AMICI” DI CLAUDIO ALONE

Ciononostante chi sono gli uomini affinche si riunivano unitamente Claudio onore, che nel 2012 e stato perfino attenuato nell’operazione “Tonno Bianco” legata al viavai di sostanze stupefacenti (protagonista, cocaina, erba)?Pino Burzotta, affievolito con l’aggiunta di volte a causa di diversi reati e organizzazione mafiosa, ma perennemente liberato, e scomparso nel 2020. Vito Gondola, attenuato e detenuto per cricca, e morto nel 2017. Fabrizio Messina ricchezza, attenuato e galeotto, e ora mediante persona ed e durante andamento di ronda proprio.

Fabrizio Messina patrimonio e il amico di Gerlandino adagio “Zi’ Nicola”, pubblico capomafia dell’Agrigentino carcerato all’ergastolo verso diversi omicidi, inoltre guardia carceraria del limitato Giuseppe Di Matteo. E situazione attenuato nel 2010 dopo una latitanza iniziata nel 1999.

Sempre Fabrizio, proverbio “Elio” – cosi modo riportato da Il evento solito – epoca corrente al vertice del 14 febbraio 2019 unitamente Antonello Nicosia – esponente dei Radicali, braccio destro trattare e insegnante all’universita di Santa Barbara con California oggi fondo sviluppo in compagnia mafiosa – e Giuseppe fonte, aforisma “Rocky”, delegato al contumace Matteo Messina Denaro da un’amicizia oppressione fin da quando erano bambini. “Rocky” consentiva al clan l’importazione dall’estero di mitragliatrici Kalashnicov e Uzi. Riferendosi al padrone ambito, “Elio” disse nel corso di la riunione: “Ma l’amico vostro a Castelvetrano e? Per lui non gli si deve celebrare? Verso lui si deve concedere il giusto”.

Un coincidenza indifferibile, esso intercettato dai Ros, a causa di trattare di un’estorsione pericoloso da raggiungere. Fonte si reco a Porto Empedocle verso imporre verso Messina perche una parte di quel averi dovesse avere luogo consegnata verso un prestigioso mafioso di Castelvetrano. Si tratterebbe, aiutante gli inquirenti, proprio del Superlatitante.

Leave a Reply